La paura di parlare in pubblico

Tutti sperimentiamo, ognuno a suo modo e con gradi diversi, la cosiddetta ansia sociale.

C’è chi ha paura di uscire di casa e fare la spesa e chi invece non si fa problemi a parlare davanti a stadi pieni.

Da dove viene questa paura? La maggior parte degli studiosi ritiene che questa paura abbia radici in tempi antichissimi quando gli uomini vivevano ancora nelle tribù. Allora dire una cosa sbagliata significava alienarsi il favore degli altri membri che potevano estromettere la persona dalla tribù e condannarla a viverne fuori. Un’eventualità che corrispondeva nel mondo di allora, a morte certa.

Oggi ovviamente non è più così. Dire qualcosa di sbagliato può forse provocarci un forte imbarazzo, ma non è (la maggior parte delle volte) fonte di danni fisici (a meno che non insultiate una banda di motociclisti).

Eppure il nostro cervello conserva ancora memoria delle passate esperienze e ci invia segnali di allarme quando arriva il momento di esprimere la nostra opinione con gli altri.

E questa è una sensazione che provano più o meno tutti. Anche gli oratori più smaliziati hanno avuto nella loro vita un momento di ansia, una stretta allo stomaco, quando hanno dovuto affrontare il buio di proporsi ad un pubblico.

Come superare questa paura? L’esperienza sembra essere la soluzione migliore per superare questa paura.

Molti di noi rinunciano a fare qualsiasi cosa se non si sentono motivati o tranquilli a farla. Ma questo atteggiamento ignora alcune dinamiche fondamentali del nostro cervello.

Facciamo un esempio: diciamo che il nostro cervello pensa che attaccare bottone con una persona sconosciuta ci esponga a disapprovazione e imbarazzo. Noi con la logica capiamo che non può essere SEMPRE così, ma quando abbiamo la tentazione di parlare con qualcuno che non conosciamo, il nostro cervello comincia a mandarci segnali d’allarme e noi resi ansiosi da questi segnali rinunciamo a parlare.

Questo succede perché il nostro cervello non ha referenze contrarie a quello che crede. Cioè non può basarsi su esperienze che smentiscano il rischio dei pericoli che ci indica. Fino a che non avrà queste esperienze non ci motiverà mai a farne delle altre.

E’ per questo che è importante esporsi alle proprie paure e superarle.

Toastmasters è un’ottima palestra per fare questo. Nel club potrai parlare davanti un pubblico capace di darti dei feedback e dei consigli per migliorare la tua comunicazione.

Vieni ad una serata gratuita!